Jump to content

El Bibliotecario

Member
  • Content Count

    3,151
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

103 Excellent

4 Followers

About El Bibliotecario

  • Rank
    Advanced Member

Recent Profile Visitors

6,411 profile views
  1. Muchas personas piensan que todas las religiones son buenas. Fuente
  2. Antes de salir, hay que repasar las tres pes. Fuente
  3. Decifrata la scritta sul manufatto in bronzo rinvenuto nell’Herodion, la fortezza nei pressi di Betlemme utilizzata dai romani e dal prefetto che mise a morte Gesù Al di fuori dei Vangeli - che ne parlano diffusamente e concordemente - su Ponzio Pilato, il prefetto della Giudea che mise a morte Gesù di Nazaret le notizie vanno cercate con il lanternino. Ma ora una nuova, straordinaria scoperta aggiunge un tassello utile per inquadrare la sua figura: su un anello scoperto alla fine degli anni Sessanta nell’Herodion vicino a Betlemme è stato possibile finalmente decifrare la scritta e questa attesta proprio il nome di Pilato. A leggere le parole sull’anello sono stati due studiosi israeliani. I quattro Vangeli, gli Atti degli Apostoli, gli storici Flavio Giuseppe e Tacito concordano nell’affermare che Gesù è stato condannato a morte e crocifisso durante l’amministrazione di Ponzio Pilato in Giudea, un’informazione, questa, che è rimasta codificata anche nel Credo (sia nella formula niceno-costantinopolitana sia in quella più breve del simbolo degli apostoli: «Fu crocifisso sotto Ponzio Pilato» oppure «Patì sotto Ponzio Pilato»). Sulla base delle informazioni forniteci da Flavio Giuseppe, ma anche da Filone, Tacito, Svetonio, Dione Cassio ed Eusebio, è possibile stabilire che Pilato svolse il suo mandato in Giudea tra il 26 e il 36, o l’inizio del 37 dopo Cristo. Dieci anni sono un periodo piuttosto lungo per un incarico di governatore e questo farebbe pensare che Pilato fosse piuttosto capace nel tenere sottomesse le popolazioni che gli erano state affidate dall’imperatore Tiberio. Sulla base delle date dei viaggi di san Paolo, che presumevano la diffusione del cristianesimo in Palestina, la fondazione della Chiesa di Antiochia, etc., si può ritenere con una certa sicurezza che la crocifissione a Gerusalemme non avvenne negli ultimi anni del mandato del governatore il cui nome viene ripetuto nel Credo da milioni di fedeli ad ogni celebrazione liturgica domenicale. È pertanto ipotizzabile che la morte del Nazareno sia avvenuta come scrive John P. Meier, «approssimativamente alla fine degli anni Venti o all’inizio degli anni Trenta del I sec. d.C.». https://www.lastampa.it/2018/12/01/vaticaninsider/pilato-a-anni-dalla-scoperta-della-lapide-ritrovato-il-suo-anello-5KKVdjIivCP9BOW9URfX7J/pagina.html?fbclid=IwAR3kTEWGLHsqGvLFsoMXS9cjAke6fVxc7I_jNZQuxfXSG8pSiEg7lX5hMCA
  4. El Bibliotecario

    Excelente testemunho no Brasil.

    58 carros 23 cabines duplas 4 quiosques 2 mesas
  5. Esta estrella colombiana de 11 años también era conocida como Isabel Mebarak. Activa el volumen, tal vez te suene familiar. 🔥🔥
×

Important Information

Terms of Service Confirmation